Inter-Sparta Praga: Felipe Melo parla della sconfitta

Le dichiarazioni di Felipe Melo dopo la sconfitta con lo Sparta Praga.

Foto LaPresse - Spada 23 Settembre 2015 Milano ( Italia) Sport Calcio Inter - Hellas Verona Campionato di Calcio Serie A TIM 2015 2016 - " Stadio San Siro " Nella foto: felipe melo esultanza fine gara Photo LaPresse - Spada 23 September 2015 Milan ( Italy) Sport Soccer Inter - Hellas Verona Italian Football Championship League A TIM 2015 2016 - " San Siro Stadium " In the pic: felipe melo celebrate end match

Una brutta Inter ieri si è fatta battere dallo Sparta Praga. Ai microfoni di Inter Channel, però, Felipe Melo ha cercato di dare ancora coraggio alla sua squadra.

Dopo una sconfitta così pesante, ci si perde d’animo molto facilmente, eppure il campione nerazzurro ha cercato di tenere la testa alta e di infondere nuova speranza in una squadra che, sino a questo momento, ha fatto molto bene.

Foto LaPresse - Spada 23 Settembre 2015 Milano  ( Italia) Sport Calcio Inter - Hellas Verona  Campionato di Calcio Serie A TIM 2015 2016 - " Stadio San Siro " Nella foto: felipe melo esultanza fine gara Photo LaPresse - Spada 23 September 2015 Milan ( Italy) Sport Soccer Inter - Hellas Verona Italian Football Championship League A TIM 2015 2016 - " San Siro  Stadium " In the pic: felipe melo celebrate end match

Subito dopo la sconfitta, Felipe Melo ha dichiarato che l’Inter non è ancora morta e che dipende dalla squadra rialzarsi e continuare a lottare per rimanere in Europa. Le sue parole sono molto chiare: l’Inter ha commesso delle imperdonabili ingenuità, che non si addicono a una squadra di campioni. Quello che secondo lui serve, è maggiore concentrazione quando si entra in campo, dato che queste non sono le classiche partite del campionato italiano. In Europa è tutto diverso e tutto più difficile, per questo Felipe Melo invita la squadra a tirar fuori grinta e orgoglio, per sconfiggere i prossimi avversari. “In Europa? Non siamo ancora morti, dipende da noi. Possiamo battere tutte le nostre avversarie nel girone. Adesso non dobbiamo sbagliare più. Nel calcio tutto può succedere, ma non possiamo più sbagliare e dobbiamo lavorare”.

SHARE