Marco Verratti parla della sua possibile quotazione di mercato. Da Parigi, dove dice di trovarsi bene perché inserito in un bel processo, il giocatore si lascia andare e spiega il suo punto di vista.

Sebbene moltissime voci lo vogliono vicino al Chelsea di Antonio Conte, lui ribadisce che si trova bene al Psg. Stessa risposta che dà a chi gli suggerisce di scegliere il Real Madrid come squadra.

A chi mi dice di andare al Real – continua -, io rispondo che magari hanno anche ragione, ma nella vita ci sono cose più importanti. E al Psg mi sento parte di una grande famiglia, di un progetto che mi coinvolge da cinque anni. Siamo rimasti in pochi da allora, tre o quattro, e la cosa è allora ancora più stimolante. Oltretutto, qui ci sono i mezzi per arrivare molto in alto, e non mi dispiacerebbe diventare capitano”.

Ma Verratti parla anche di altro, o meglio, parla di cifre.

“Valgo 100 milioni? No, giochiamo a calcio, fa ridere sentire certe cifre, nessuno dovrebbe valere tanto, e penso che sia brutto anche per il giocatore stesso essere pagato così, perché poi da te si aspettano sempre cose impossibili”

Modesto il 24enne, che parla anche di un altro capitolo molto importante, che è quello della Nazionale italiana. In merito, dice:

Occhio al Liechtenstein, per rendere le cose semplici dovremo fare tutto al massimo, altrimenti si rischiano brutte sorprese. Io fisicamente sono al 100% e posso giocare sia sabato sia contro la Germania”.

Sabato, durante la partita della nazionale, farà coppia con De Rossi a centrocampo.  Siamo sicuri che ne vedremo delle belle.

SHARE