Gian Piero Ventura torna a parlare dei Mondiali 2018 e dei suoi progetti per la Nazionale e, mentre si pensa a se convocherà o meno Balotelli per le prossime partite di qualificazione, il ct azzurro rilascia delle interviste in cui chiarisce quelli che sono i suoi auspici.

Naturalmente, da tecnico della Nazionale, Ventura non può che sperare che tutto vada per il meglio e si augura di costruire, sino a quel momento, una squadra con giocatori non di passaggio. Per lui, il concetto di fare squadra è a dir poco fondamentale.

Proprio per questo motivo, Ventura si è dichiarato a cuore aperto:

“Il mio augurio per il 2017 ai tifosi italiani? Una Nazionale che si qualifichi ai Mondiali a vada a vincerli”.

Tra le tante cose dette:

 “Vorrei che si formasse una squadra di giocatori che non siano solo di passaggio, ma possano far parte dello zoccolo duro spero di aprire un ciclo. Che voto darei finora? Ampia sufficienza per i risultati, per il resto c’é ancora molto da lavorare. Non parlo mai di campionato chiuso ma la Juve sta dando grandissime dimostrazioni, quindi parlerei di campionato socchiuso. Quando ho visto la Juve battere l’Atalanta dopo aver subito nel turno precedente un ko per 3-1 col Genoa ho avuto precise sensazioni. Contro l’Atalanta i bianconeri hanno sfoderato non solo la qualità dei loro campioni, ma orgoglio e voglia feroce di vincere. Questo vuol dire che quando serve, la Juve c’è e in questa ‘cattiveria’ si differenzia al momento dalle altre squadre di vertice”.

SHARE