L’obiettivo di Stefano Pioli, all’allenatore dell’Inter, è quello di vincere le prossime 4 partite in calendario.

Alla vigilia della partita contro il Genoa, che è davvero molto agguerrito per essere a rischio retrocessione, Pioli è alla ricerca di una vittoria che, a conti fatti, non arriva dal 12 Marzo. A questo punto, parlare del futuro sembra essenziale.

A chi gli fa domande cerca di rispondere puntualmente. In conferenza, inizia a rispondere a delle domande specifiche sui giocatori che rimangono fuori in queste settimane. Ecco, quindi, che risponde così alle prime domande che gli vengono poste.

“Se è arrivato il momento di Gabigol? Io spero che sia arrivato il momento di tornare a vincere. Nagatomo? Guardo agli atteggiamenti e non ho visto un ragazzo giù che quindi aveva bisogno di essere consolato. Abbiamo avuto un calo, inutile girarci intorno, ma non dipende da una questione fisica, perché nelle ultime quattro giornate siamo quelli che hanno corso di più”.

Ha poi continuato dichiarando quanto segue:

“Ora penso solo a Genova, non avremo tre difensori, ma le alternative non ci mancano. Credo che toccherà ad Andreolli affiancare Medel, mi è piaciuto come è entrato contro il Napoli. Giocheremo in un’ambiente difficile, ma dobbiamo tornare a vincere. Non so se davvero siamo calati quando è sfumato il sogno Champions, di certo sarebbe stato un errore grave. Ma se anche non dovesse arrivare l’Europa League, l’importante è capire che maglia indossiamo. Resto convinto che non ci abbia fatto bene la sosta per le nazionali. I bilanci si fanno alla fine. E se anche non raggiungeremo gli obiettivi prefissati, credo che questa stagione ci darà tanti elementi utili su cui lavorare l’anno prossimo”.

SHARE