La notizia dell’ultima ora è proprio questa: Stefano Pioli è stato esonerato e non sarà più l’allenatore dell’Inter.

Si tratta di un esonero che nessuno si aspettava, a onor del vero, soprattutto a tre giornate dalla fine del Campionato. Vediamo cosa sta accadendo in casa Inter e quali sono le motivazioni che hanno portato il club a esonerarlo.

Inter Pioli esonerato

Al margine del suo esonero, Stefano Pioli si è dichiarato non solo deluso ma anche molto arrabbiato per quanto accaduto. Di certo non si aspettava che la sua storia in casa Inter finisse così e senza un preavviso. Si tratta, infatti, di un esonero che nessuno si aspettava, che arriva a tre partite dalla fine del campionato e, soprattutto, dopo che Zhang Jindong in persona aveva accordato la sua fiducia all’ormai ex CT, solo qualche giorno fa.

La notizia ufficiale si è avuta solo ieri sera, mentre tutti gli occhi erano puntati sul match Juventus Monaco, che ha portato i bianconeri in Finale di Champions League. Sono di oggi, quindi, le dichiarazioni in merito all’accaduto, rilasciate dall’agente di Pioli che ha detto quanto segue in una intervista di qualche ora fa.

 “Non c’è molto da dire. Pioli non avrebbe mai pensato all’esonero. È stata una sorpresa. Era motivato a portare avanti fino in fondo il suo lavoro con l’Inter e, a parte i risultati dell’ultimo periodo, era riuscito a fare bene e questo è evidente. Non se lo aspettava. Ora Stefano vuole ripartire, ma è presto per sbilanciarsi. È molto dispiaciuto per come è andata ma presto ci vedremo per fare il punto, magari già nella prossima settimana”.

SHARE