Chi sarà il nuovo allenatore dell’Inter, dopo l’esonero di Stefano Pioli? In Italia si è aperto il toto allenatore e ora delle voci ci arrivano anche da Londra. Di cosa stiamo parlando? Della possibilità che Antonio Conte finisca proprio sulla panchina del club nerazzurro.

Dal canto suo, Conte dichiara:

“Ho altri due anni di contratto. Io voglio rimanere qui, ma ora conta solo vincere, conquistare i titoli e fare la storia del Chelsea”.

Che questo sia un chiaro segnale del fatto che non sarà così? Antonio Conte, come egli stesso dichiara, ha dalla sua ancora 2 anni di contratto con il Chelsea, squadra che sta portando molto ma molto in alto in Premier League. Eppure le voci non si placano.

Antonio Conte e la panchina dell’Inter

Perché arrivano queste voci? Sono del tutto prive di fondamento? Forse no. Si vocifera, infatti, che Conte non è ancora riuscito a ottenere da Abramovich quelle che sono le garanzie che ha richiesto per la prossima stagione. Conte punta alla Champions League, ma non si sarebbero ancora avuti segnali dalla dirigenza del Chelsea. Per Conte l’Europa conta e, per questo, vuole potenziare l’organico. Del resto, con la rosa che ha a sua disposizione al momento appare difficile primeggiare in competizioni internazionali.

Ecco, quindi, che in questo scenario l’Inter è ancora in attesa e rimane sempre lì vigile e fiduciosa. Tra qualche ora dovrebbe esserci un colloquio tra Conte e Abramovich, che potrebbe portare con sé nuovi risvolti.

SHARE